Homepage

Servizio Civile Nazionale: 2 posti anche in Biblioteca di Arzignano!

Commenti disabilitati

Grafica

La Biblioteca G.Bedeschi, grazie al Servizio Civile Nazionale, ha anche quest’anno la possibilità di accogliere, per 12 mesi, due persone che lavoreranno in biblioteca per 30 ore settimanali, con una retribuzione di 433,80 euro mensili


Che cos’è il servizio civile nazionale e quanto dura?

l Servizio civile ha una durata di 12 mesi, anche se, da quest’anno sono stati introdotti i “progetti sperimentali”, con una durata che può essere ridotta fino ad un minimo di 8 mesi.

L’attività per i progetti ordinari prevede un impegno settimanale non inferiore alle 30 ore settimanali o alle 1.400 ore annue.
Per alcuni progetti sperimentali sono previste invece 25 ore settimanali oppure un monte ore di 1.145 ore per 12 mesi (tale monte ore si riduce proporzionalmente nel caso in cui il servizio abbia una durata inferiore ai 12 mesi).

Il Servizio civile offre:
- almeno 80 ore di formazione
-  crediti formativi
- attestato di partecipazione al Servizio civile
- riconoscimento e valorizzazione delle competenze acquisite
- valutazione dell’esperienza nei concorsi pubblici con le stesse modalità e lo stesso valore del servizio prestato presso la Pubblica Amministrazione e può valere come titolo di preferenza
- riconoscimento del servizio ai fini del trattamento previdenziale (riscattabile)
- assegno mensile di € 433,80; per il servizio all’estero si aggiunge un’indennità estera giornaliera dai 13 ai 15 euro
- per il servizio all’estero: vitto, alloggio, viaggio di andata e ritorno e un rientro (a/r) durante il servizio se lo prevede il progetto
- permessi variabili proporzionalmente al periodo di servizio (20 giorni per 12 mesi)
- possibilità per alcuni progetti tra quelli sperimentali, con sede in Italia o all’estero di un periodo di tutoraggio (fino a tre mesi) per facilitare l’ingresso nel mondo del lavoro.
- possibilità per alcuni progetti tra quelli sperimentali, con sede in Italia, periodo di servizio in un Paese dell’Unione Europea, pari a 1, 2 o 3 mesi

Quali requisiti devi avere?
Ad eccezione degli appartenenti ai corpi militari o alle forze di polizia, possono partecipare alla selezione i giovani, senza distinzione di sesso che, alla data di presentazione della domanda, abbiano compiuto il diciottesimo e non superato il ventinovesimo (28 anni e 364 giorni al momento della presentazione della domanda) anno di età, in possesso dei seguenti requisiti:
-cittadino italiano
-cittadino degli altri Paesi dell’Unione europea;
-cittadino non comunitario regolarmente soggiornante;
- non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata.

I requisiti di partecipazione devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda e, ad eccezione del limite di età, mantenuti sino al termine del servizio.

Non possono presentare domanda i giovani che:
a) già prestano o abbiano prestato servizio civile in qualità di volontari ai sensi della legge n. 64 del 2001, ovvero che abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista;
c) abbiano in corso con l’ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo, ovvero che abbiano avuto tali rapporti nell’anno precedente di durata superiore a 3 mesi
d) siano in condizioni tali da impedire lo svolgimento delle attività previste nel progetto.

 

Quale indennità economica sarà liquidata?
Il servizio civile nazionale è innanzitutto un’esperienza umana di solidarietà e di servizio alla comunità, secondo i principi contenuti nella Costituzione. Grazie alla possibilità di acquisire conoscenze e competenze pratiche, esso è anche un’occasione di crescita personale e di formazione: durante l’anno di servizio civile si ha la possibilità di imparare nuovi lavori e di misurare le proprie capacità per realizzare qualcosa di utile per sé e per gli altri. La legge prevede che vengano determinati i cosiddetti crediti formativi per coloro che prestano il servizio civile e che saranno poi riconosciuti nell’ambito dell’istruzione o della formazione professionale. Sono sempre più numerose le Università che riconoscono crediti formativi per attività prestate nel corso del servizio civile rilevanti per il curriculum degli studi. Ai volontari in servizio civile spetta inoltre un trattamento economico di 433,80 euro netti al mese.

 

Che cosa fanno i volontari del servizio civile nazionale?
I volontari SCN operano in diversi settori:
- assistenza
- protezione civile
- patrimonio ambientale e riqualificazione urbana
- patrimonio storico, artistico e culturale
- educazione e promozione culturale, paesaggistica, ambientale, dello sport, del turismo sostenibile e sociale
- agricoltura in zona di montagna, agricoltura sociale e biodiversità
- promozione della pace tra i popoli, della nonviolenza e della difesa non armata; promozione e tutela dei diritti umani; cooperazione allo sviluppo; promozione della cultura italiana all’estero e sostegno alle comunità di italiani all’estero

Ogni progetto è diverso, in generale i volontari del Servizio Civile nazionale collaborano alla gestione delle attività dell’ente ospitante e si occupano di realizzare e implementare progetti e inidiative dedicate.
a questo link è disponibile l’elenco completo dei progetti approvati: http://www.scelgoilserviziocivile.gov.it/cerca-il-progetto/

 

Il progetto della Biblioteca Civica G. Bedeschi , dal titolo “Biblioteca e territorio“  è ststo presentato da ANCI ed è comune a diverse Biblioteche Venete.
Fra i suoi obiettivi

I volontari si occuperanno di:
Collaborare al continuo miglioramento della gestione del prestito.
Collaborare alla gestione e realizzazione di tutti gli eventi in cui sono coinvolti Biblioteca, Informagiovani e Ufficio cultura.
Valorizzare il crescente patrimonio librario d’interesse locale che per mancanza di risorse non è sufficientemente curato e divulgato.
Contribuire all’organizzazione dei corsi nella Biblioteca,  dare indicazioni sui temi e sui contatti con nuovi docenti.

Se ti interessa la “nostra” Biblioteca scarica qui il bando completo: BIBLIOTECA E TERRITORIO

e partecipa all’INCONTRO INFORMATIVO che si terrà

LUNEDI’ 10 SETTEMBRE alle ore 16.00, in Biblioteca

 

 

Come si fa a partecipare alle selezioni?
La domanda di partecipazione va indirizzata direttamente all’ente che realizza il progetto prescelto esclusivamente secondo le seguenti modalità:
1) con Posta Elettronica Certificata (PEC) – art. 16-bis, comma 5 della legge 28 gennaio 2009, n. 2 – di cui è titolare l’interessato, avendo cura di allegare tutta la documentazione richiesta in formato pdf;
2) a mezzo “raccomandata A/R”;
3) consegna a mano.

Il termine per l’invio delle domande via PEC o a mezzo raccomandata A/R è fissato al 28 settembre 2018.
Tramite raccomandata o  PEC (non sono accettati fax e email) entro le ore 23.59 del 28 SETTEMBRE
consegna a mano  entro le ore 18:00 del
28 settembre 2018 (vedi nota qui sotto).

NB: in una nota del Ministero del 28 Agosto si precisa quanto segue:
“Il termine per l’invio delle domande è fissato al 28/09/2018. Il termine “l’invio” significa che è considerato valido il timbro dell’Ufficio Postale di invio della domanda o l’orario di spedizione della PEC e non la data di ricezione presso l’Ente. Pertanto, al fine di valutare il rispetto della corretta tempistica della trasmissione delle domande via PEC o tramite raccomandata occorre tener conto della data di invio, per cui possono essere accolte le domande spedite con raccomandata o tramite PEC fino alle ore 23:59 del 28/09/2018.
Unicamente per la consegna a mano il termine è fissato alle ore 18:00 del 28 settembre 2018″
Le domande inviate/consegnate a mano oltre i termini e quelle presentate con modalità diverse da quelle previste dal bando non possono essere accettate


Questi i documenti necessari per presentare domanda di ammissione:
domanda

dichiarazione_titoli
informativa privacy

Puoi presentare una sola domanda relativa ad un solo progetto, a pena di esclusione dall’intero bando.

 

VUOI CANDIDARTI PER LA BIBLIOTECA DI ARZIGNANO?
Invia  o consegna i tre moduli  all’ufficio Protocollo del Comune di Arzignano, tramite raccomandata, PEC o consegnali al Protocollo personalmente a mano  (non sono accettati fax e email).
I documenti debitamente compilati  potranno:
- essere inviati tramite raccomandata o  PEC (non sono accettati fax e email) entro le ore 23.59 del 28 Agosto
- essere consegnati a mano all’ufficio protocollo del Comune di Arzignano entro le ore 18.00 del 28 agosto.
ATTENZIONE!
SOLO nel pomeriggio di venerdì 28 settembre, dalle 15.00 alle 18.00 e non oltre, 
le domande potranno essere consegnate in Biblioteca
(l’ufficio protocollo è chiuso)

COMUNE DI ARZIGNANO – UFFICIO PROTOCOLLO
Piazza Libertà 12 – 36071 Arzignano (Vicenza)

Contatti
Tel. 0444.476538
Fax 0444.476513
PEC: arzignano.vi@cert.ip-veneto.net
Email: protocollo@comune.arzignano.vi.it

Orari
Lunedì 8.30-12.30
Martedì 8.30 – 12.30
Mercoledì 10.00-13.30
Giovedì 8.30-13.30
Venerdì 10.00-13.30


Per informazioni e chiarimenti puoi rivolgerti allo sportello Informacittà aperto dal Lunedì al Venerdì dalle 16.00 alle 19.00
Informacittà di Arzignano
c/o Biblioteca Civica
Vicolo Marconi, 6
Arzignano
Tel 0444 476608
email: ig@comune.arzignano.vi.it

Puoi visitare il sito www.scelgoilserviziocivile.gov.it , per altre informazioni generali sul Servizio Civile.

Il bando generale, pubblicato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri in data 20 Agosto 2018 è disponibile, in versione integrale scaricando il seguente allegato:
bando-nazionale

I commenti sono disabilitati.